• Altre musicheArti visiveFotografia
  • 29 Giugno 2019

Venerdì 5 luglio 2019 | doppio opening e concerto

MARCIANA BORGO D’ARTE

Festival d’arte contemporanea

II edizione, Arte Natura

Venerdì 5 luglio 2019

Proseguono le iniziative di Marciana Borgo d’Arte, festival patrocinato e supportato dal Comune di Marciana, in stretta collaborazione con Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e Acqua dell’Elba, con l’obiettivo di rendere l’antico borgo medievale di Marciana meta culturale in grado di dar voce al panorama delle arti e culture contemporanee.<

Tutti gli eventi sono gratuiti e legati al tema dell’anno Arte e Natura, finalizzati alla comunicazione e valorizzazione di tematiche legate al territorio, all’ambiente, e alla salvaguardia del nostro ecosistema.

Alle ore 19.00, nei fondi espositivi in Piazza della Gogna, a Marciana, si terrà l’inaugurazione e presentazione, delle seguenti esposizioni:


Fantastico Micromondo, mostra fotografica di Giuseppe Bonali
Dal 5 al 19 luglio 2019, Piazza della Gogna
Insetti, foglie, gocce d’acqua, colori sfavillanti e riflessi sono i protagonisti indiscussi del fantastico piccolo mondo che Giuseppe Bonali da anni insegue e fotografa per portarlo alla conoscenza del grande pubblico.
Scatti uniti da una forte passione per la natura che rivelano un mondo troppo spesso nascosto dalla frenesia del quotidiano.
Fantastico Micromondo è una mostra che si pone come chiave di accesso a una realtà magica e inesplorata, vicino a noi e allo stesso tempo troppo spesso dimenticata. Attraverso le sue macro fotografie la natura da spettacolo, per scoprire, scatto dopo scatto, quei dettagli del nascosto che ci ricordano la pura bellezza e la magia delle piccole cose che ci circondano.

L’Isola vista da Omero, mostra pittorica di Omero Zani
Dal 5 al 19 luglio 2019, Piazza della Gogna
Omero dipinge il mare calmo, i colori dell’isola dell’Elba, le rocce e le barche messe a riposo. Lo fa nel mezzo del borgo di Marciana che intreccia vicoli e piazzette e si rivela, a chi passa, con angoli inattesi di quieto incanto che Omero – sempre lui – ritrae nei suoi quadri, nelle sue tavole e nelle miniature.
Il suo lavoro  segue il solco tracciato dagli antichi artigiani, dagli artisti che silenziosamente ci prendono per mano e ci invitano a guardare quello che è sotto i nostri occhi e fatichiamo a “vedere” sul serio.
Lui, Omero, ha visto tutto, invece, e non ha bisogno di guardare ancora. Dipinge le immagini che il suo sguardo ha catturato. Quello che dipinge lo ha dentro di sé.
Seduto al suo deschetto, il cane a fianco e il pennello in mano, Omero rende onore al suo nome perché, silenzioso e discreto, si fa narratore: racconta il paese, il mare, l’isola tutta col gesto lieve che mescola i colori e muove l’immaginazione.

La serata proseguirà con il quarto appuntamento della rassegna Altre Musiche, con il concerto degli I.M.R, Inguaribili musicisti romantici, concerto itinerante per le antiche vie del borgo. Ritrovo alle ore 21.00 in Piazza della Gogna.
Una scommessa, quasi una provocazione, in un mondo iper tecnologico e veloce, quella di proporre un concerto itinerante a impatto zero e senza amplificazione, nella penombra e sotto i lampioni di una via, sotto il fascio di luce di una finestra illuminata e, all’occasione, al chiaro di luna.
Si viene così a ricreare quella dimensione di ascolto perduta nella notte dei tempi, dove la barriera tra musicisti e uditori è infranta: non si va al concerto, è il concerto che arriva, che passa e che va, lasciando una scia fatta di ascolto, relazione, socialità ed emozione.
Il contesto ideale per un concerto itinerante di serenate è naturalmente un borgo, dall’illuminazione gentile, con angoli, portici, rientranze acusticamente favorevoli e adatte a contenere un pubblico che possa circondare i musicisti.
Lo spettacolo prevede un repertorio di serenate provenienti dalla tradizione popolare delle diverse regioni italiane e da epoche diverse, per un concerto che interagisce e si amalgama con il luogo che lo accoglie, come se fosse nato per quel luogo, per quell’occasione, facendone un evento unico.


Chiara Trapanese – voce e percussioni
Elio Pugliese – fisarmonica e voce
Laura Francaviglia – chitarra, percussioni e voce
Olivia Bignardi – clarinetto
Antonio Stragapede – mandolino e chitarra
Frida Forlani – voce
Daniele Gozzi – contrabbasso