Urban Jungle

Sedicente Moradi

Installazione d’arte ambientale, centro storico
8 giugno – 30 settembre 2019
Arti Visive
Urban Jungle

Molte specie animali stanno cambiando le loro abitudini a causa dei cambiamenti climatici. La scomparsa di molti habitat naturali costringono queste specie ad un adattamento forzato che non avrebbero mai affrontato se non fosse stato necessario alla loro sopravvivenza.
Le installazioni di Moradi rappresentano l’appartenenza di ogni essere vivente alle leggi della natura, attraverso apparizioni fantastiche di animali fuori dal loro habitat che dialogano con il paesaggio che le circonda.

Urban Jungle

Many animal species are changing their habits because climate change. The disappearance of many natural habitat compels these species to a forced adaptation that they would never have faced it if it hadn’t been necessary for their survival.
Moradi’s installations represent the belonging of every living being to the laws of nature, through fantastic appearances of animals out of their habitat that dialogue with the surrounding landscape.

Sedicente Moradi

Firenze, 1980.
Dal 2009 affianca l’attività pittorica con quella scultorea e installativa, assemblando legno recuperato, potature, radici ed altri materiali organici che cerca e raccoglie da boschi di montagna, rive di fiumi e spiagge.

Attraverso l’intreccio di questo materiale, già formato e segnato dalla natura e dal tempo, crea installazioni ambientali a zero impatto immediatamente riconoscibili all’occhio: figure umane e animali, soggetti pensati per dialogare con lo spazio in cui vengono inseriti.

Dal 2017 realizza numerose installazioni in collaborazione con la pubblica amministrazione ed enti privati, tra le quali nella città di Firenze: Unicorno per il parco dell’ Anconella, Leone per la rinnovata piazza del Carmine in Oltrarno e le tre Giraffe per l’ospedale pediatrico Meyer.
Lavora a Firenze nel quartiere di S. Spirito.

Sedicente Moradi

Florence, 1980. Since 2009 he has been combining the pictorial activity with the sculptural and installation activity, assembling wood recovered, pruning, roots and other organic materials that it seeks and collects from woods of mountain, river banks and beaches.

Through the weaving of this material, already formed and marked by nature and time, it creates zero-impact environmental installations immediately recognizable to the eye: human figures and animals, subjects designed to dialogue with the space in which they are inserted.

Since 2017 he has carried out numerous installations in collaboration with the public administration and institutions private, among which in the city of Florence: Unicorno for the park of the Anconella, Leone for the renewed Piazza del Carmine in Oltrarno and the three Giraffes for the Meyer pediatric hospital. He works in Florence in the district of S. Spirito.

www.moradi.it

.