MiRelLa

Una storia di Alzheimer e d’amore

Fausto Podavini
7 – 27 luglio 2018, Piazza della Gogna, Fondi espositivi 1 e 2

Questo racconto per immagini è stato realizzato in un arco temporale relativamente lungo; infatti, il progetto ha avuto inizio nel 2007 e ha richiesto da parte dell’artista un impegno pari a 4 anni. In questi 4 anni, il fotografo ha seguito la quotidianità di una donna di 71 anni, Mirella appunto, costretta ad affrontare la malattia degenerativa del marito, colpito da Alzheimer. Per comprendere a pieno gli scatti  è necessario precisare che questi non vogliono rappresentare la semplice narrazione di una malattia, bensì la narrazione di una storia d’amore, dedizione e sacrificio.
Mirella, negli attimi filtrati dall’obiettivo di Podavini, si ritrova, con la forza che in certi momenti solo le donne sono capaci di sprigionare, ad accudire l’uomo che, per 43 anni, nella gioia e nel dolore, ha amato, dovendo però accettare che questi, a causa del male, non riesce neanche più a riconoscerne il volto. Per l’alto valore artistico ed umano e per l’aver messo in luce una malattia che accomuna molte famiglie, ma di cui ancora troppo poco si parla, Fausto Podavini è stato insignito del primo premio al World Press Photo 2013, nella sezione Daily Life.

www.faustopodavini.eu

MiRelLa
MiRelLa is a photographic project, it has received several prizes worldwide such as the 1st Prize in the Daily Life section at the World Press Photo 2013.
The work started in 2007 and has lasted more than four year, during this time Fausto has followed Mirella, in her daily life, a woman, a wife, a caregiver who has looked after her husband Luigi, affected by Alzheimer.
This work, however, doesn’t tell only about the illness, it tells a story made by dedication and love along which alternate hope and resignation, death and life, memories and pain.