ISOLE D’INVERNO

Federica Di Giovanni

6 – 21 settembre 2019

mostra fotografica

Isole d’Inverno
Ogni isola una storia a parte, ma anche uguale alle altre.
Una mappatura del vicino che rimanda lontano, alla ricerca dell’essere isolano come condizione. Raccontare gli improvvisi cambi di vento, la terra e l’acqua che separano le persone dal continente.
Confini di mare che diventano fiaba e tragedia. Vorrei poter trasmettere l’atmosfera di realismo magico che ho sempre respirato attraverso le storie che ascoltavo quando vivevo ancora sulla mia isola. Mi sono sempre chiesta cosa ci facesse, nella casa di mia nonna, quel grande puzzle attaccato al muro in mezzo alle foto di tanti matrimoni e delle immagini dei santi.
Per diversi anni, durante l’inverno, mio nonno insieme ai sette figli, aggiungevano tasselli a questo puzzle. Una volta finito, tutti insieme lo disfacevamo e ricominciavo da capo.
Con questa immagine ho iniziato il lavoro e, viaggiando quasi sempre con la nave, sono rimasta ferma sull’isola anche un mese e mezzo. Provando cosa vuol dire davvero la mancanza dei mezzi di collegamento e quanto il mare si riveli come un’instabile evidenza.
Con questo viaggio vorrei poter mostrare la realtà delle isole minori italiane in una stagione che spoglia queste terre dallo stereotipo estivo di paradiso felice e raccontarne la vera inquietante bellezza, la mitologia scandita nei racconti e nei gesti del quotidiano.

Every island encompasses a different story, and the same one at the same time. A mapping that encloses nearness and remoteness, in search of the condition of being an islander.
To tell about sudden wind changes, the land and the water which separate the islanders from the mainland. Borders of sea that become a fairy tale and a tragedy too.
I would like to communicate the atmosphere of magic realism that I experienced when listening to the stories while I was still living in Ponza.I’ve always wondered why in my grandma’s home there was a big puzzle hanging n the wall, among wedding pictures and images of saints. During the Winter season for several years, my grandfather and his seven sons would compose the puzzle. Once it was finished, all together, they dismantled it to start composing it again. With this symbol I have started this project. I have travelled almost always by boat, and I’ve been staying on the island fore more than one month.
I wanted to experience how does it feel to live without a connection and how the sea reveals itself as an unstable evidence. The goal of this project is to show the authenticity of minor Italian islands during a season that denude them from the summer stereotype of a happy paradise, to tell a tale of real beauty, a mythology of stories and habitual actions.

Federica Di Giovanni
Isolana di Ponza, Federica Di Giovanni nasce il primo aprile 1980.
Dopo il DAMS cinema a Bologna, la scuola triennale di fotografia alla Fondazione Studio Marangoni di Firenze, inizia a collaborare con varie riviste italiane e internazionali tra cui il Financial Times, Monocle, Sportweek e Vogue. Ha lavorato anche con diverse aziende e organizzazioni come Unicef, Finmeccanica, P&G e CocaCola Hbc. Ha esposto in varie collettive, tra cui Il mestiere del fotografo alla Fabbrica del Vapore di Milano, Piattaforma 09 alla Fondazione Fotografia di Modena, Foto d’autrice, alla Galleria Belvedere di Milano , e alla Rantagalleria del Northern Photographic Centre di Oulu, Finlandia, con la personale Camping Italia. E’ tra gli otto fotografi selezionati da Vogue Talents per la campagna immagine Prada Minimal Baroque Sunglasses. Con il progetto Camping Italia vince il premio FNAC 2011. Il suo ultimo lavoro, Isole d’inverno, arrivato in finale al Premio Combat 2014 e pubblicato su diverse riviste tra cui Io Donna del Corriere della Sera, è stato anche esposto a Bastia e a Marsiglia. Mostre personali a cura dell’Istituto Italiano di Cultura. Isole d’inverno diventerà presto un libro con un testo di Erri De Luca. Quando torna sulla terraferma, vive e lavora tra Roma, Firenze e Milano.

Federica Di Giovanni
Federica Di Giovanni was born on the 1st of April 1980 on the Island of Ponza. After her graduation at DAMS Cinema University in Bologna, she studied photography at Studio Marangoni Foundation in Florence. Her works have been published in many Italian and International magazines such as The Financial Times, Monocle, Sportweek and Vogue. She also collaborated with different companies and organizations as Unicef, Finmeccanica, P&G and CocaCola. She took part in different exhibitions as Il mestiere del fotografo at La Fabbrica del Vapore in Milan, Piattaforma 09 at Fondazione Fotografia in Modena, Foto d’autrice at Galleria Belvedere in Milan and at Rantagalleria of Northern Photographic Centre in Oulu, Finland, for her personal exhibition Camping Italia. Federica is also one of the eight photographers selected by Vogue Talents for the Prada Minimal Baroque sunglasses campaign. In 2011 she won the FNAC 2011 award for her work Camping Italia. Her latest work,Isole d’inverno, an exploration of the Minor Italian Islands during the Winter Season, published in several magazines, was also exhibited in Bastia and Marseille. Personal exhibitions curated by the Italian Institute of Culture. Isole d’inverno will soon become a book with a text by Erri De Luca. When she backs on the mainland she lives and works between Rome, Florence and Milan.

www.federicadigiovanni.com

Isole d'Inverno, mostra fotografica di Federica di Giovanni    Isole d'Inverno, mostra fotografica di Federica di Giovanni    Isole d'Inverno, mostra fotografica di Federica di Giovanni